Angolo Sorry, this is a spacer Angolo
Sorry, this is a spacer
Header rigth
Sorry, this is a spacer
Sorry, this is a spacer
Cerca nel Sito:
Ricerca Avanzata

Categorie News

Home
Bilanci di Giustizia (8/0)
Creti (3/0)
Circolo di Lettura (35/0)
Circolo (104/0)
Iniziative (229/0)
Catechismo (17/0)
Gruppo Medie (33/0)
Gruppo Superiori (11/0)
Gruppo Giovani (27/0)
Gruppo Giovani Famiglie (6/0)
Gruppo Famiglie (15/0)
Azione Cattolica (96/0)
Famiglie Accoglienti (3/0)
Gruppo Nuove Famiglie (6/0)
Consiglio Pastorale (24/0)
Centenario (4/0)
Caritas (14/0)
Forza 4 (5/0)
San Lorenzo F.C. (9/0)
Gruppo Liturgico (10/0)
Coro (11/0)
Pellegrinaggi (8/0)
Presepio (10/0)
Cong Eucaristico Vicariale (11/0)
Vicariato (7/0)
Missioni (4/0)
Tanzania (40/0)
Sito (24/0)
Ipse dixit (6/0)

Centro Caritas

Centro Caritas

Case di Ospitalità

Casa S. Agata
Casa S. Lorenzo

Funzioni per Utenti





Non hai ancora un account? Iscriviti come un Nuovo Utente
Hai dimenticato la tua password?

Notizie Passate

domenica 22-ott


mercoledì 20-set


lunedì 18-set


venerdì 15-set


giovedì 24-ago


martedì 22-ago


lunedì 21-ago

About This..

Valid HTML 4.01 !!





 Benvenuto su Parrocchia San Lorenzo di Budrio
 sabato, 16 gennaio 2021 - 13:03

     » Foglietto Avvisi Parrocchia San Lorenzo settimana 25 dicembre - 01 gennaio  

venerdì, 25 dicembre 2015 - 22:29 di

IniziativeCominciamo con gli AUGURI …

Ecco gli Auguri del Santo Padre al termine della Santa Messa, all’Ostello della Carità Roma, venerdì 18 Dicembre, per l’Apertura Porta Santa della Carità:
“E' vicino il Natale, è vicino il Signore. E il Signore quando è nato era li, in quella mangiatoia, nessuno se ne accorgeva che era Dio.
In questo Natale io vorrei che il Signore nascesse nel cuore di ognuno di noi, nascosto, cosi che nessuno se ne accorga, ma che il Signore ci sia.
Vi auguro questo, questa felicità della vicinanza del Signore.
Voi pregate per me e io prego per voi. Grazie”.
Papa Francesco

Ed ecco gli auguri natalizi di p. Floriano:
“Siamo nei giorni in cui ogni incontro diventa augurio: auguri, auguri di Buone Feste, auguri di Buon Natale; non è semplice percepirne il vero contenuto.
Credo però che l’augurio di molti si identifichi con quello dell’angelo di Betlemme che lodava Dio e diceva: “Gloria a Dio nel più alto dei cieli e sulla terra pace agli uomini che Egli ama”.
Oggi l’augurio che ci accomuna è l’invocazione , la richiesta della Pace: pace in tutte le nazioni del mondo, pace nelle famiglie, pace nel cuore di ogni persona.
Buon Natale”
p. Floriano e la comunità dei frati

Questa settimana, amici, abbiamo deciso di mettere in campo qualche altro piccolo cambiamento:
1) tornare (temporaneamente) alla programmazione settimanale (ma di una settimana che va da un venerdì all’altro, cioè da Natale a Capodanno) per dare spazio a tutti i vangeli di questo periodo “festoso”
2) abolire, per ragione di spazio e perché non sarebbe significativa in questo periodo, la tabella delle Messe e di ritrovo dei Gruppi
3) lasciare a pag. 1 oltre al vangelo di Natale anche le parole di augurio natalizio che papa Francesco ha pronunciato aprendo la porta della Misericordia alla Caritas di Roma (che abbiamo riportato sopra)
4) a pag. 2 inserire il testo della Bolla della Misericordia di cui continuiamo a proporre un paragrafo
5) a pag. 3 vangelo della domenica della Sacra Famiglia e la Preghiera del Sinodo sulla famiglia, perché decisamente a tema
6) a pag. 4 gli auguri di p. Floriano e della comunità dei frati e gli avvisi essenziali (veramente pochi)

Buona lettura e Buon Natale,

Andrea e Marco


Parrocchia San Lorenzo di Budrio
via Bissolati 32, Budrio
tel. 051-6920150 fax 051-6922363
http://www.sanlorenzobudrio.it

VENERDÌ 25 DICEMBRE 2015 – Natale di Gesù
Dal Vangelo secondo Luca (2,1-14)
“Vi annuncio una grande gioia: Oggi è nato per voi un Salvatore, Cristo Signore”
In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando Quirinio era governatore della Siria. Tutti andavano a farsi censire, ciascuno nella propria città. Anche Giuseppe, dalla Galilea, dalla città di Nàzaret, salì in Giudea alla città di Davide chiamata Betlemme: egli apparteneva infatti alla casa e alla famiglia di Davide. Doveva farsi censire insieme a Maria, sua sposa, che era incinta.
Mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo pose in una mangiatoia, perché per loro non c’era posto nell’alloggio.
C’erano in quella regione alcuni pastori che, pernottando all’aperto, vegliavano tutta la notte facendo la guardia al loro gregge. Un angelo del Signore si presentò a loro e la gloria del Signore li avvolse di luce. Essi furono presi da grande timore, ma l’angelo disse loro: «Non temete: ecco, vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato per voi un Salvatore, che è Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, adagiato in una mangiatoia».
E subito apparve con l’angelo una moltitudine dell’esercito celeste, che lodava Dio e diceva: «Gloria a Dio nel più alto dei cieli e sulla terra pace agli uomini, che egli ama».

Ecco gli Auguri del Santo Padre al termine della Santa Messa,
all’Ostello della Carità Roma, venerdì 18 Dicembre,
in occasione dell’Apertura Porta Santa della Carità:

“E' vicino il Natale, e vicino il Signore. E il Signore quando è nato era li, in quella mangiatoia, nessuno se ne accorgeva che era Dio.
In questo Natale io vorrei che il Signore nascesse nel cuore di ognuno di noi, nascosto, cosi che nessuno se ne accorga, ma che il Signore ci sia.
Vi auguro questo, questa felicità della vicinanza del Signore.
Voi pregate per me e io prego per voi. Grazie”.
________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

ANNO SANTO della MISERICORDIA
Dalla Bolla di indizione del Giubileo straordinario della Misericordia
(di cui continuiamo la pubblicazione)

3. Ci sono momenti nei quali in modo ancora più forte siamo chiamati a tenere fisso lo sguardo sulla misericordia per diventare noi stessi segno efficace dell’agire del Padre. È per questo che ho indetto un Giubileo Straordinario della Misericordia come tempo favorevole per la Chiesa, perché renda più forte ed efficace la testimonianza dei credenti.
L’Anno Santo si aprirà l’8 dicembre 2015, solennità dell’Immacolata Concezione. Questa festa liturgica indica il modo dell’agire di Dio fin dai primordi della nostra storia. Dopo il peccato di Adamo ed Eva, Dio non ha voluto lasciare l’umanità sola e in balia del male. Per questo ha pensato e voluto Maria santa e immacolata nell’amore (cfr Ef 1,4), perché diventasse la Madre del Redentore dell’uomo. Dinanzi alla gravità del peccato, Dio risponde con la pienezza del perdono. La misericordia sarà sempre più grande di ogni peccato, e nessuno può porre un limite all’amore di Dio che perdona. Nella festa dell’Immacolata Concezione avrò la gioia di aprire la Porta Santa. Sarà in questa occasione una Porta della Misericordia, dove chiunque entrerà potrà sperimentare l’amore di Dio che consola, che perdona e dona speranza.
La domenica successiva, la Terza di Avvento, si aprirà la Porta Santa nella Cattedrale di Roma, la Basilica di San Giovanni in Laterano. Successivamente, si aprirà la Porta Santa nelle altre Basiliche Papali. Nella stessa domenica stabilisco che in ogni Chiesa particolare, nella Cattedrale che è la Chiesa Madre per tutti i fedeli, oppure nella Concattedrale o in una chiesa di speciale significato, si apra per tutto l’Anno Santo una uguale Porta della Misericordia. A scelta dell’Ordinario, essa potrà essere aperta anche nei Santuari, mete di tanti pellegrini, che in questi luoghi sacri spesso sono toccati nel cuore dalla grazia e trovano la via della conversione. Ogni Chiesa particolare, quindi, sarà direttamente coinvolta a vivere questo Anno Santo come un momento straordinario di grazia e di rinnovamento spirituale. Il Giubileo, pertanto, sarà celebrato a Roma così come nelle Chiese particolari quale segno visibile della comunione di tutta la Chiesa.
(continua nel prossimo numero)
papa Francesco
____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

DOMENICA 27 DICEMBRE 2015 – Santa Famiglia di Gesù
Dal Vangelo secondo Luca (2,41-52)
“Apri, Signore, il nostro cuore e accoglieremo le parole del Figlio tuo”
I genitori di Gesù si recavano ogni anno a Gerusalemme per la festa di Pasqua. Quando egli ebbe dodici anni, vi salirono secondo la consuetudine della festa. Ma, trascorsi i giorni, mentre riprendevano la via del ritorno, il fanciullo Gesù rimase a Gerusalemme, senza che i genitori se ne accorgessero. Credendo che egli fosse nella comitiva, fecero una giornata di viaggio, e poi si misero a cercarlo tra i parenti e i conoscenti; non avendolo trovato, tornarono in cerca di lui a Gerusalemme.
Dopo tre giorni lo trovarono nel tempio, seduto in mezzo ai maestri, mentre li ascoltava e li interrogava. E tutti quelli che l'udivano erano pieni di stupore per la sua intelligenza e le sue risposte. Al vederlo restarono stupiti, e sua madre gli disse: «Figlio, perché ci hai fatto questo? Ecco, tuo padre e io, angosciati, ti cercavamo». Ed egli rispose loro: «Perché mi cercavate? Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?». Ma essi non compresero ciò che aveva detto loro. Scese dunque con loro e venne a Nàzaret e stava loro sottomesso. Sua madre custodiva tutte queste cose nel suo cuore. E Gesù cresceva in sapienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini

Per la festa della Santa Famiglia pubblichiamo nuovamente la
Preghiera alla Santa Famiglia
proposta in occasione del recente Sinodo sulla Famiglia

Gesù, Maria e Giuseppe,
in voi contempliamo lo splendore dell’amore vero,
a voi con fiducia ci rivolgiamo.

Santa Famiglia di Nazareth,
rendi anche le nostre famiglie luoghi di comunione e cenacoli di preghiera,
autentiche scuole del Vangelo e piccole Chiese domestiche.

Santa Famiglia di Nazareth,
mai più nelle famiglie si faccia esperienza di violenza, chiusura e divisione:
chiunque è stato ferito o scandalizzato conosca presto consolazione e guarigione.

Santa Famiglia di Nazareth,
ridesta in tutti la consapevolezza del carattere sacro e inviolabile della famiglia,
la sua bellezza nel progetto di Dio.

Gesù, Maria e Giuseppe,
ascoltate, esaudite la nostra supplica.


Auguri di Buon Natale da p. Floriano, da tutta la comunità dei frati e dalla redazione
____________________________________________________________________________________________
Avvisi dei giorni dal 25 dicembre 2015 al 1 gennaio 2016

Giovedì 24 Vigilia del Natale
Tutto il giorno: Possibilità di accedere al sacramento della Riconciliazione
h. 22:30 Veglia di Preghiera
h. 23:30 Messa della Natività del Signore Gesù
h. 0.30 Apertura del Presepe allestito nel Teatrino parrocchiale

Venerdì 25 dicembre NATIVITÀ di GESÙ – Solennità - Celebrazioni come nei giorni Festivi

Sabato 26 S. STEFANO, protomartire – Festa - Messe h. 8:30, 10:00, 18:00

Domenica 27 dicembre I domenica dopo Natale, Santa Famiglia – Festa – I settimana
h. 10:30 Mons. Zuppi celebra la festa della Famiglia nella Chiesa della Santa Famiglia a Bologna con tutte le famiglie

Lunedì 28 SS. Martiri Innocenti – Festa

Giovedì 31 Messe h. 8:30, 10:00, 18:00
h. 16:30 Celebrazione di ringraziamento con il canto del “Te Deum”

Venerdì 1 gennaio Maria Madre di Dio – Solennità
49° Giornata Mondiale per la Pace Celebrazioni come nei giorni Festivi

Per mancanza di spazio in questo numero non pubblichiamo la tabella riassuntiva con gli Orari delle Messe e delle Celebrazioni e con i riferimenti dei Gruppi Parrocchiali
Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito parrocchiale: http://www.sanlorenzobudrio.it
Chi volesse invece ricevere informazioni via mail può inviare una mail all’indirizzo: avvisi@sanlorenzobudrio.it

Foglietto Avvisi Parrocchia San Lorenzo settimana 25 dicembre - 01 gennaio | 0 commenti | Crea un nuovo Account
I seguenti commenti sono proprietá di chi li ha inviati. Questo sito non é responsabile dei contenuti degli stessi.

Sorry, this is a spacer
Angolo Sorry, this is a spacer Angolo